1

raoina vercelli

VERCELLI -28-01-2020 -La Polizia di Stato

di Vercelli, nella giornata di sabato, ha arrestato un uomo per una rapina a mano armata perpetrata nel noto negozio Odstore. La domenica precedente, la responsabile dell’esercizio commerciale contattava la Sala Operativa della Questura per segnalare che un uomo travisato, con  la minaccia di una pistola, aveva costretto la cassiera a consegnargli il denaro presente in cassa, circa 200 euro, prima di darsi a precipitosa fuga. Sul posto erano intervenuti gli uomini della Squadra Volante e quelli della Squadra Mobile, che hanno avviato subito le indagini.

Sono state acquisitele immagini delle telecamere di video sorveglianza interna al negozio, oltre che quelle delle telecamere limitrofe, dove si vedeva un uomo di mezz’età che, inizialmente coperto dal solo cappuccio della felpa, abbassava il passamontagna, travisandosi del tutto e, dopo aver aspettato che tutti gli altri clienti fossero usciti dal negozio, estraeva una pistola e, puntandola nei confronti di una delle cassiere, le imponeva di consegnargli l’incasso, arrivando in prima persona a forzare la cassa quando la giovane, impaurita, scappava.  Alcuni particolari hanno indirizzato le indagini nei confronti di  un tossicodipendente, già noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti penali a suo carico.
Nei giorni successivi gli uomini della Terza Sezione della Squadra Mobile hanno deciso di sottoporre a perquisizione la casa del sospettato, al fine di acquisire  elementi probatori a suo carico; in effetti venivano rinvenuti gli indumenti e le scarpe indossate al momento della rapina.Sulla base di quanto accertato, il Pubblico Ministero richiedeva  l’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dell’uomo, un quarantaquattrenne tossicodipendente italiano, pluripregiudicato per numerosi reati contro il patrimonio e per reati in materia di stupefacenti. All’alba di sabato mattina gli Uomini della Squadra Mobile hanno raggiunto il rapinatore presso la sua abitazione e hanno dato esecuzione al provvedimento restrittivo, trasferendolo alla locale casa circondariale.