1

sacco castellana

SALUZZO – 29.01.2020 – Dopo Hong Kong,

la cucina piemontese torna a Saluzzo. È il monastero di San Giovanni la “casa” del nuovo ristorante Castellana diretto dallo chef stellato verbanese Marco Sacco. Nei giorni scorsi nel Cuneese ha ufficialmente aperto i battenti il nuovo locale gestito in collaborazione con l’imprenditore Matteo Morello. I due, dopo il Castellana Restaurant di Hong Kong, propongono il Castellana San Giovanni, un brand che trae origine proprio da queste terre. Castellana è il nome della maschera femminile del carnevale saluzzese, città di Morello e del socio Gianfranco Devalle. Nel team è stato arruolato Enrico Degani, già executive chef a Hong Kong, e il sommelier Mirko Galasso. La location è un antico monastero del XV secolo, sapientemente restaurato e adattato. L’obiettivo è valorizzare la cucina e i prodotti piemontesi. “Da Hong Kong, dove la migliore rappresentazione dell’alta cucina piemontese, è stata apprezzata da un pubblico internazionale e sempre affamato di novità, la sfida di Castellana arriva a Saluzzo, città che ha ispirato e continua a ispirare la mia cucina e il progetto imprenditoriale di Matteo – afferma Marco Sacco –. Una tappa importante, che rappresenta l’inizio di un percorso ben più ampio. Vogliamo infatti replicare il modello Castellana nelle grandi città del mondo”.

Il menù è di pochi piatti, che guardano alla tradizione e al contenuto ma sono proposti in chiave contemporanea. C’è il menu del Marchesato, 4/7 portate (prezzo a partire da 50 a 80 euro) reinterpretano alcuni dei piatti storici di Saluzzo e dintorni; il Piccolo Lago (80-110) che propone i piatti del locale di Sacco a Verbania.